Comunità Alloggio

La Comunità Alloggio “Villabona” è un servizio che si colloca tra quelli offerti dalla Cooperativa Realtà di Marghera – Ve, è una struttura residenziale per 10 persone adulte con disabilità psichica aperta nell’ottobre del 2005.

La Comunità offre la possibilità di periodi di residenza permanenti o temporanei chiamati “sollievi”, per soddisfare necessità assistenziali urgenti.

La Comunità Alloggio sorge nel contesto urbano e residenziale di Villabona, frazione di Marghera (Ve). La posizione geografica è certamente privilegiata e strategica, perché è vicina a servizi urbani e sociali facilmente usufruibili dagli ospiti: vi passa davanti la linea 3 del servizio di trasporto urbano (Actv); è vicina al centro di Catene con accessibilità ad esercizi pubblici commerciali e alla Chiesa.

Essa deriva dalla trasformazione di una scuola elementare in disuso; si presenta come una villetta disposta su due piani (piano terra e primo piano) con un parco alberato dotato di giochi per bambini ed un grande spazio erboso sul retro ora trasformato in un orto gestito direttamente dagli ospiti.

Inoltre nello stesso stabile, con i dovuti confini, ha sede un’associazione culturale del territorio; condivide lo spazio di una palestra frequentata da esterni.

La parte dell’immobile riservata alla comunità è composta al piano terra da: entrata, due bagni per gli utenti, cucina, soggiorno, ufficio direzione, altri due bagni di servizio per il personale e locale lavanderia. Al primo piano al quale si accede attraverso scale o ascensore, cinque stanze da letto con annessi i bagni per dieci posti letto.

Personale

Il personale dipendente è quello previsto dalle disposizioni regionali in merito e comprende le figure professionali degli addetti all’assistenza ed educatore professionale, responsabile dei progetti educativi; da un coordinatore ed una impiegata amministrativa.

La presenza del personale è assicurata nell’arco delle ventiquattro ore con suddivisione in tre turni di servizio.

Sono previste riunioni d’equipe settimanali e/o mensili, di tipo organizzativo e di discussione dei casi.

 

Risorse di supporto

È presente il medico di base dell’Ulss 12 Veneziana con accesso settimanale e una infermiera professionale per la distribuzione dei farmaci.

Progetto

Gli ospiti sono persone affette da disabilità medio–grave; molto spesso oltre alla disabilità fisica, sono presenti patologie psichiche gravi e cronicizzate.

La metodologia di lavoro propria della comunità alloggio della Cooperativa Realtà mira al recupero di abilità e di comportamenti, attraverso una lettura della disabilità individuale ed il modo in cui l’ospite si relaziona con l’ambiente sociale.

Pertanto l’intervento assume anche un valore riabilitativo quando gli aspetti specifici della disabilità vengono considerati al di là del deficit che esprimono.

Tutto ciò è possibile quando si offre un contesto stabile e quindi costruire una sicurezza nuova.

Finalità ed obiettivi

Per questa tipologia di pazienti la “cura” deve partire dal contesto: occorre creare uno sfondo sano, la culla o le braccia materne, tutti quegli apprendimenti che si acquisiscono nei primi anni di vita e che costituiscono la sicurezza, lo scontato, il ground.

La comunità alloggio persegue diverse finalità:

educativo-riabilitativo-assistenziale:

  • promuovere le abilità residue dei disabili che accoglie;
  • portare alla luce alcune potenzialità esistenti ma non visibili sul piano delle competenze psico-motorie, percettivo-sensoriali, intellettive e affettive per condurle al massimo livello realisticamente possibile di armonia ed integrazione;
  • fornire strumenti di comunicazione per aumentare il livello di integrazione sociale evitando inutili forzature che al contrario potrebbero rivelarsi controproducenti.

Integrazione nel territorio e nella comunità locale: all’interno della comunità si possono mantenere ed alimentare, con il supporto professionale adeguato, i legami positivi ed affetti con i familiari e con gli latri soggetti sociali della comunità locale.

La comunità è pensata come una struttura “aperta” ossia integrata nel territorio circostante per dare e ricevere stimoli, e occasioni di incontro come risorse relative all’handicap.

La  struttura  avvia interventi in armonia con il Centro Diurno della Cooperativa.

Scarica la carta servizi 2015 e il Regolamento 2015